Il luogo per eccellenza in cui la mente di ogni individuo inizia ad aprirsi verso il mondo esterno e ad elaborare una propria visione dell’ambiente circostante è decisamente la scuola. In questo ambiente ognuno di noi ha superato le prime sfide e stretto legami sociali che hanno sicuramente contato sul nostro futuro e sulla nostra visione del mondo. Ci chiediamo quanto invece un edificio possa influenzare la capacità di apprendere, di concentrarsi e di sviluppare la propria creatività, nel caso in cui un ambiente venga pensato sin dalle sue fondamenta per accogliere e sviluppare le doti delle menti giovani. Spesso l’idea delle scuole di vecchia data rimanda all’austerità, a toni bui, sedie scomode e temperature estreme in ogni stagione, quasi a sancire che un luogo di formazione non deve avere fronzoli e che nonostante le avversità si deve fare del proprio meglio per concentrarsi sui libri. Per fortuna questa visione limitata delle necessità degli studenti, dai più piccoli fino agli universitari, è a dir poco superata anche in Italia dove, con ristrutturazioni e nuovi poli studenteschi studiati nel dettaglio, si punta tutto sulla creazione di un ambiente pensato per essere confortevole e stimolante. Insomma vogliamo che le menti di domani traggano ispirazione dai luoghi in cui studiano e che facciano proprio il concetto di un’edilizia sostenibile sia per il proprio benessere che per quello del mondo esterno.

potrebbe interessarti anche:
cos’è la certificazione Leed

Parallelamente, oltre al beneficio che una struttura scolastica idonea può assicurare sulle capacità e sul benessere dello studente (e quindi sul suo futuro), ci sono per l’istituto grosse opportunità di risparmio in termini economici. Edifici green e con impostazioni che riducono gli sprechi energetici e di materiali non sono solo educativi per chi li occupa, ma possono influenzare significativamente il budget dell’istituto, le cui risorse possono essere poi reinvestite e destinate ad altri usi. Menti più ricche, scuole più ricche. E l’ambiente ringrazia.

Edifici scolastici ecosostenibili

Ma come si arriva ad assicurarsi che gli edifici scolastici rispettino tutti i criteri necessari per essere ecosostenibili e orientati al risparmio energetico? Anche in questo ambito è il Leed a darci una linea da seguire e a mettere in chiaro le cose.

Questo standard di certificazione energetica e di sostenibilità consente di stabilire le prestazioni dell’edificio scolastico in campo energetico ed idrico, le sue emissioni di CO2, i materiali impiegati nella costruzione ed eventuali controindicazioni, la qualità ecologica degli interni, l’idoneità del luogo in cui sorge l’edificio. In base ai requisiti soddisfatti si raggiunge un certo livello di certificazione che prende in considerazione il piano ambientale, sociale, economico e quello relativo alla salute.

Ovviamente il Leed può rivolgersi alla progettazione da zero di un edificio o può essere applicato in fase di ristrutturazione ed ammodernamento, con lo scopo di migliorarne le prestazioni. In ogni caso è un processo studiato per ispirare progetti e soluzioni innovative che rendano gli edifici migliori per l’ambiente e la società che lo popola. Oltre ai processi di costruzione e ristrutturazione il Leed trova operatività anche nel mantenimento e miglioramento delle prestazioni delle strutture: il tempo passa e le necessità e possibilità di implementazione sono opportunità da cogliere, insieme ad una corretta gestione di tutte le parti dello stabile.

 

Perché ottenere una certificazione Leed per le scuole

Ma vediamo nello specifico come la volontà di ottenere una certificazione Leed e di attenersi quindi ai principi che essa sottintende possono manifestarsi all’interno degli edifici scolastici. Ovviamente il risparmio energetico è al primo posto tra le intenzioni di chi progetta un edificio ecosostenibile: fonti di energia naturali e rinnovabili sono fondamentali in un ambiente così altamente sfruttato. Questo include una progettazione che sfrutta al meglio le potenzialità dell’illuminazione naturale, soprattutto in un ambiente prevalentemente frequentato durante il giorno. Perché un uso limitato dell’illuminazione artificiale (e una progettazione intelligente di quest’ultima), oltre a garantire un risparmio energetico, gioca a favore del benessere degli studenti e garantisce migliori livelli di concentrazione Allo stesso modo una temperatura impostata su standard ottimali, che evitano escursioni termiche fastidiose e sprechi energetici, non può che rendere più facile la vita di studenti e insegnanti. Gli sprechi d’acqua vanno limitati con soluzioni tecnologiche e parallelamente con una formazione continua, mirata a dipendenti e studenti, dando a tutti l’opportunità di contribuire con le proprie azioni. L’ambito educativo è importante anche per la gestione dei rifiuti, dove è necessario anche garantire i presidi sufficienti per il corretto smaltimento, mirato al riciclo. Anche il luogo dove sorge l’edificio scolastico è fondamentale: oltre a valutare la presenza di eventuali fattori inquinanti presenti nella zona, è molto importante la scelta di una posizione facilmente raggiungibile e la presenza di una buona rete di mezzi pubblici che garantiscano autonomia di spostamento ai giovani e una ridotta circolazione delle autovetture, con tutti i benefici che ne conseguono. Inoltre ogni centro abitato e ogni distretto ha le proprie peculiarità e necessità ed è quindi fondamentale per le strutture educative essere allo stesso tempo innovative e fonte di ispirazione ma contemporaneamente rispettare il proprio circondario e armonizzarsi con esso. Grazie alla possibilità di evidenziare tutte queste necessità e di monitorarne gli sviluppi nel tempo, siamo certi che il Leed sia la soluzione adatta a creare scuole che accolgano e sostengano gli studenti di ogni età (e chi ogni giorno contribuisce alla loro formazione), stimolandone e facilitandone la produttività. Inoltre, sempre con un occhio verso il futuro, ci spendiamo nella promozione di questo sistema tra i giovani che, molto presto, saranno coloro che per la propria casa o la propria azienda sceglieranno i benefici di un edificio green.

Photo credits: Buildipedia.com

 

CHI SIAMO

Idrotermica Coop è un'azienda leader nel settore dell'impiantistica meccanica, con più di quarant'anni di esperienza all’attivo. Continuità, affidabilità, costante ricerca delle soluzioni tecnologiche più avanzate hanno da sempre guidato le attività dell’ azienda nei diversi ambiti di lavoro: dall’ospedaliero all’industriale, dal commerciale all’alberghiero, scolastico e sportivo e ovviamente alle energie rinnovabili. Il servizio offerto è completo e personalizzato, dalla progettazione all’installazione.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

CATEGORIE